Le acque pure dei fiumi che attraversano le valli del Monregalese, sono ricche di fauna ittica, ma tra tutti i pesci presenti, che attirano nel periodo prima-vera-autunno un gran numero di sportivi per la pesca in valle, spicca la regina di questi corsi d'acqua: la trota fario. I buongustai apprezzano questo pesce d'acqua dolce per le sue qualità di gusto e tenerezza. Il pesce, dal mantello brillante ed argenteo, col dorso scuro ed i fianchi trapuntati dai noti circolini color rosso vivo, si ditin-gue sulle tavole per la prelibatezza delle sue carni rosee. Preparate al cartoccio, oppure servite in delicati filetti insaporiti dalle erbe, o ancora affumicate, cotte sulla brace, o in carpione le trote fario dei torrenti locali sono molto ricercate. LA LICENZA DI PESCA
Per esercitare la pesca nelle acque interne della provincia di Cuneo, è necessario munirsi di licenza rilasciata dalla provincia di residenza secondo le norme vigenti nella regione di appartenenza.

Le informazioni sotto indicate sono quindi valide per tutti i residenti in regione Piemonte e per gli stranieri non residenti mentre i pescatori extra-regionali possono esercitare la pesca nelle acque libere (non vincolate da diritti particolari) provinciali semplicemente essendo in regola con le disposizioni vigenti nella regione di appartenenza, ferme restando tutte le altre disposizioni vigenti in materia di pesca nelle acque interne sul territorio regionale piemontese (riportate di seguito in altre pagine web).

Per la Regione Piemonte, quindi naturalmente per la provincia di Cuneo, la licenza è di tre tipi a seconda dei soggetti a cui viene rilasciata ed ai mezzi di pesca con cui viene esercitata:

  • Licenza di tipo "A" rilasciata a coloro che esercitano la pesca quale esclusiva e prevalente attività lavorativa; tale licenza autorizza il pescatore di mestiere all'esercizio della pesca mediante l'uso delle reti. La licenza è rilasciata dalla competente Provincia che aggiorna l'elenco dei possessori ogni tre anni.


  • Licenza di tipo "B" dilettantistica autorizza il pescatore non professionista, residente in Regione Piemonte, all'esercizio della pesca senza scopo di lucro con la canna, munita di mulinello e con più ami, o della bilancia con lato non superiore a m 1.50, il tutto nel rispetto dei luoghi in cui detti strumenti sono consentiti. La pesca è consentita a chiunque sia in possesso delle ricevuta del versamento unico, che costituisce la licenza di pesca, delle tasse e sopratasse di cui all'articolo 27, in cui sono riportati i dati anagrafici del pescatore (sulla ricevuta del versamento deve essere indicata, oltre al cognome ed al nome, la data di nascita) nonché la causale del versamento "Licenza di pesca dilettantistica di tipo B" La ricevuta di versamento di cui al comma 9 dell'art. 18 L.R. 37/06 è esibita unitamente a un documento di identità valido. Per l'anno 2011 l'importo della Tassa di Concessione Regionale è di €. 22,72. Il versamento deve essere effettuato sul c.c.p. n. 93322337 intestato alla Regione Piemonte - Tassa Pesca - P.zza Castello 165 - Torino indicando nella causale "Licenza tipo B Regione Piemonte" La licenza ha validità per 356 giorni dal versamento e consente la pesca nelle acque libere interne nel territorio della regione Piemonte e su tutto il restante territorio nazionale.
  • ESENZIONI: Dal 22 agosto 2009, data di entrata in vigore dell'art. 26 della L.R. 22/09 saranno esentati dal pagamento della Tassa di Concessione Regionale tutti i residenti in regione Piemonte over 65 e under 14. Tutti gli interessati potranno esercitare la pesca semplicemente con un documento di identità al seguito che attesti la loro età anagrafica e, quindi, il diritto all'esenzione.
  • Licenza di pesca tipo "D" dilettantistica autorizza gli stranieri, non residenti, all'esercizio della pesca senza scopo di lucro con la canna, munita di mulinello e con più ami, o della bilancia con lato non superiore a m 1.50, il tutto nel rispetto dei luoghi in cui detti strumenti sono consentiti. La licenza ha validità tre mesi dalla data di versamento Per l'anno 2011 il versamento della Tassa di concessione regionale di €. 8,52 deve essere effettuato sul c.c.p. n. 93322337 intestato alla Regione Piemonte - Tassa Pesca - P.zza Castello 165 - Torino indicando nella causale "Licenza tipo D Regione Piemonte".

  • Il versamento delle tasse sulle licenze può essere effettuato anche tramite:
  • Bonifico Postale
  • Bonifico Bancario
  • Pagamento via Internet
  • Chioschi degli uffici postali


  • Indicando il seguente codice IBAN:
    IT-62-D-07601 - 01000-000093322337
    Causale: Tassa Pesca (anno ....... di riferimento)


    La Regione Piemonte, Ufficio Pesca, ai pescatori che hanno effettuato il versamento delle tasse e soprattasse regionali pesca 2008, tramite POSTEL (Gruppo Poste Italiana), sta provvedendo ad inviare a domicilio il nuovo bollettino prestampato Pagando con il bollettino premarcato, in caso di smarrimento della ricevuta o del suo deterioramento, sarà possibile, telefonando al numero 011/4324532 ottenere copia della ricevuta del versamento effettuato. Pagando con il bollettino in bianco questo servizio non potrà essere assicurato.


    Il permesso temporaneo di pesca giornaliero
    La nuova legge regionale sulla pesca consente al pescatore occasionale di pescare con il Permesso Giornaliero di pesca, rilasciato autonomamente dalle singole province piemontesi, valido esclusivamente per un giorno nelle acque della provincia di rilascio.

    Per la provincia di Cuneo il permesso giornaliero di pesca
    ha il costo di € 5,00
    e può essere ottenuto nei modi seguenti:


  • Effettuando il versamento di € 5 sul c/c postale n. 14641120 intestato a Provincia di Cuneo - Caccia e Pesca - Servizio Tesoreria indicando nella causale del versamento:
    "Permesso di pesca giornaliero per il giorno... mese... anno..."

  • Acquistando il Permesso giornaliero cartaceo dal costo di € 5,00 rilasciato dai concessionari/proprietari di riserve di pesca, dai negozi di articoli sportivi o da altri esercizi commerciali.


  • Attenzione! I versamenti delle licenze oppure i permessi giornalieri dovranno essere esibiti agli organi di controllo (Guardie provinciali, Guardie Forestali, Guardie Volontarie ecc…) debitamente compilati in ogni loro parte durante l'esercizio della pesca unitamente ad un documento di identità valido. Per ulteriori informazioni l'Ufficio Pesca della Provincia di Cuneo è situato in Via Massimo D'Azeglio 4 a Cuneo (Palazzo della Provincia)


    LICENZA DI PESCA F.I.P.S.A.S.
    Per quanto riguarda la LICENZA DI PESCA F.I.P.S.A.S. (Federazione Italiana Pesaca Sportiva ed Attività Subacqueee), vi rimandiamo alla pagina dedicata sul sito ufficiale della Regione Piemonte dove troverete tutte le modalità di tesseramento e spiegazioni esaustive sulle acque pescabili.
    Il programma del Festival... otto giorni di eventi e spettacoli strabilianti... Modificata il: 19/07/2016
    Il giornale di Sangiacomo è in distribuzione... ...lo trovate in omaggio in tutti gli esercizi di Sangiacomo e dei dintorni... Scritta il: 19/07/2016
    Parte il 30 Luglio Sangiacomo in Festival Per il diciottesimo anno consecutivo Sangiacomo ospita il festival dedicato al Teatro di Figura. La regia ancora una volta del mitico Paolo Grasso con Burattini, pupazzi, marionette, sagome ed ombre.. Scritta il: 19/07/2016
    Impianti sempre aperti Tutti gli impianti aperti, ogni giorno dalle nove alle 16,30. Prezzi imbattibili per sciare su due seggiovie, sei skilift ed un tapis roulant. Scritta il: 09/03/2016
    Neve spettacolare E' arrivata tardi ma ora ci offre la qualita' tipica della neve di gennaio. Fredda e polverosa nel suo strato superficiale. Una neve spettacolare per sciare alla grande. Scritta il: 09/03/2016
    Giovedì 3 Marzo 2016 Impianti Aperti ! Moltissima neve e purtroppo anche molta pioggia.Questo rende un po' più complessa la battitura delle piste ma i gestori degli impianti stanno lavorando. Certamente da Giovedì saranno tutti aperti. Modificata il: 01/03/2016
    Pesca in torrente Luoghi e regole